Vietato l'accesso ai bambini - Terza parte


(Qui trovate la prima parte e qui la seconda parte)

Chiunque abbia avuto modo di viaggiare avrà notato la differenza fra i satanici bambini italiani e gli stranieri mediamente buoni. I bambini inglesi, tedeschi, francesi – per non parlare degli educatissimi svedesi e olandesi – non scorrazzano urlando come fanno i nostri, non si comportano da teppisti quando entrano in un ristorante o in un negozio. Non sarà che la nuova generazione di genitori italiani è meno educata (o non in grado di educare) e che i bambini non fanno altro che imitarla? Guardatevi in giro. È sufficiente salire su un mezzo pubblico, prendere un treno o una metropolitana, per rendersi conto che il rispetto per gli altri è ormai una pratica semi-sconosciuta.

Per un bambino l’esempio vale molto più di un insegnamento. Un bambino ripete quello che vede fare a casa o a scuola, i due presidi fondamentali della sua crescita. Secondo un sondaggio condotto da uno dei più noti motori di ricerca per il turismo, l’aspetto peggiore dei turisti italiani all’estero è costituito proprio dal modo in cui gestiamo i nostri figli. Veniamo accusati dagli albergatori di mezzo mondo di non essere in grado di controllare i nostri figli. Per esempio, li lasciamo liberi di scorrazzare e di schiamazzare lungo i corridoi di alberghi e ristoranti. Vi sembra una cosa normale?

Mentre sui social infiamma la discussione sull’indegno ristoratore romano che bandisce i bambini, le prenotazioni nel suo locale continuano a fioccare. Pare che trovare un posto sia diventato difficilissimo.

Sarà pure vero, come dice lo scrittore francese Daniel Pennac, che “i bambini sono dei bellissimi enigmi luminosi “. È altrettanto vero che riposare gli occhi ogni tanto aiuta.

Altri Post
Noi sui social!
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
Archivio
Tag

© 2015 by My fairy tale - Favole Personalizzate - Arcola (SP) - Via Carpione 31 - tel. 3475524013

  • facebook-square.png
  • twitter.png
  • googleplus-square.png
  • youtube.png
  • instagram.png