Bambini che amano i libri


Incredibile ma vero. Esistono ancora bambini che amano immergersi nelle storie fantastiche create dai libri.

Ai miei tempi i modi di divertirsi non erano molti: bambole per le femmine, soldatini per i maschi. Poi c’erano i giochi all’aperto (nascondino, palla avvelenata, campana) o da tavolo (chi non ricorda l’Allegro Chirurgo o Monopoli?). I cartoni animati in TV erano pochissimi e solo a ore specifiche del giorno. Videogiochi, Internet, tablet e cellulari erano ancora fantascienza.

Capitava allora di passare anche una giornata intera con in mano libri e fumetti. Che bello “Topolino”! Mi ricordo ancora che aspettavo la domenica perché papà mi portasse all’edicola a comprare il nuovo numero appena uscito. Quando poi ho scoperto libri come Le mille e una notte, Piccole donne e La bella addormentata, mi si è aperto un mondo. Belle le storie, fantastiche le illustrazioni.

Mi facevano sognare.

Allo stesso modo mi fanno sognare i bimbi come quello che ho incontrato oggi.

Per vivere scrivo favole personalizzate che vendo via Internet e con temporary shop.

Da un mese sono al Baby Store di Arcola. Ho il mio angolino dove espongo e vendo i miei libri.

Arriva un mamma con il figlio di circa otto anni. Lei – visibilmente in dolce attesa – è alla ricerca del necessario per il prossimo arrivo, lui gira annoiato fra gli scaffali. Non lo interessano i biberon e le carrozzine ma neanche i giocattoli e – credetemi – qui al Baby Store ce ne sono per tutte le età e per tutti i gusti! Il bambino nota i miei libri di favole e ci mettiamo a parlare. Gli spiego in cosa consiste la personalizzazione.

“La storia è scritta come se il protagonista fossi tu” gli dico. “Nel libro viene messo il tuo nome e la tua foto. Ne vuoi leggere una?”

“Sì, mi piacerebbe molto” dice lui.

“Che ne dici di essere l’eroe che salva Spiderman?”

“Fantastico!”

Gli do il libro, il bimbo si siede da una parte e si immerge nella lettura. È così preso che quando sua madre, terminato lo shopping, lo chiama per andare via le dice: “Non posso. Prima devo finire di leggere questa storia”.

Per fortuna la mamma è comprensiva e attende paziente che suo figlio finisca di leggere la favola.

Terminato il libro, me lo riporta e mi dice: “Bello! Bello davvero”

“Che voto gli daresti?” chiedo.

“Di sicuro non meno di nove e mezzo!” risponde lui.

Beh, che dire? Non solo esistono ancora bimbi che leggono, ma danno anche delle gran soddisfazioni!

Altri Post
Noi sui social!
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
Archivio
Tag

© 2015 by My fairy tale - Favole Personalizzate - Arcola (SP) - Via Carpione 31 - tel. 3475524013

  • facebook-square.png
  • twitter.png
  • googleplus-square.png
  • youtube.png
  • instagram.png